Console Repair e Mod

Nel limite del tempo libero, cercherò di descrivere riparazioni di console e modifiche alle stesse.

Custom Paint e Retrobright!

Se è troppo gialla, verniciamola!.

Dreamcast

Appassionato in maniera viscerla di questa console, forse l'ultima console degna di essere ricordata, parente dei sistemi da sala Naomi ha portato a casa alcuni dei giochi più belli mai esistiti.

Dreamcast GDEMU installazione ed utilizzo.

0 commenti

Tra spero non molto metterò le mani su questo clone del GDEMU per Dreamcast, l'originale ha un costo tremendamente alto quindi lo escludo categoricamente per l'utilizzo su console di tutti i giorni. Considerato che i giochi Dreamcast sono degnamente emulati, spendere 500 euro per un device nato per usare copie di backup, ha poco senso.

Restate in attesa.

D.

LINK2000!! Come passare l'adolescenza davanti allo schermo invece di andare a cazzeggiare!

0 commenti


Nel video un simulatore più che emulatore di un ambiente MS-DOS per L'AmstradCPC, da bambinetto preso dalla voglia di possedere un computer, in un paio di anni scrissi insieme a mio cugino questa accozzaglia di codice. A distanza di anni, con i potenti mezzi di un registratore esterno a cassette e di Audacity, l'ho ricaricato su uno dei miei fidi CPC, real hardware!



Come vedete è pure pieno di errori, non ricordo nemmeno se questa versione che ho trovato sia la versione "definitiva", avevo 14 anni fate un po voi :D

Al suo interno ci sono una serie di "comandi" realmente funzionanti, partono giochi, partono software, tutti inglobati all'interno dello stesso "listato", non era possibile fare una ricerca di altro su cassetta non essendo un sistema dotato di indicizzazione, questo è appassionarsi ad una cosa.

A questo link il .dsk creato a partire dalla cassetta!

D.

Amstrad CPC464+ Keyboard

0 commenti

L'Amastrad CPC è un home computer della stessa famiglia del Commodore64 ben più famoso. Tralasciando la storia del computer che trovate in diversi siti, il computer in questione "vanta" una struttura hardware decisamente particolare.

Nelle sue varie versioni ha sempre mantenuto un pcb regolare e pulito, molto semplice da analizzare e dagli schemi chiari, una delle sue pecche è sempre stata però la tastiera "a membrana" che al pari di altri home computer suoi simili, con il tempo tende a spezzarsi e a perdere le sue capacità conduttive (è gomma del resto).

Sostituirla è spesso l'unica soluzione ma spesso il problema sta altrove, ovvero sta nel suo funzionamento logico verso l'unità I/O. La tastiera utilizza un sistema a matrice XY per codificare i caratteri, aprendo l'unità infatti possiamo notare che il flat è connesso a due socket dotati di lamelline, incrociando i pin è possibile avere restituito a video il set completo di caratteri e di funzioni.



La matrice per funzionare fa capo sia al chip sonoro AY38912 (linea X)

Sia al chip ASIC posto al centro del PCB (linea Y)


Incrociandone le linee, si ottengono tutti i caratteri della tastiera, detto questo, la membrana si rompe spesso per invecchiamento, le piste conduttive perdono la loro capacità di condurre il segnale e di fatto alcuni tasti smettono di funzionare. Una soluzione, nel caso il problema riguarda il solo pettine di connessione, è quella di aggiungere uno spessorino sul flat:




Una volta inserito, il contatto sarà ben saldo e la tastiera tornerà a funzionare.
Nel caso la sfortuna vi sia vicina, il problema è da andare a ricercare al chip audio (se avete un briciolo di fortuna), che è possibile sostituire per pochi euro, o altrimenti, il problema risiede sull'ASIC. Chip proprietario che è impossibile da trovare in giro e che va purtroppo preso da un altro sistema donatore (magari qualche vecchio GX4000 fulminato, cosa che tra l'altro consiglio in quanto al GX4000 non occorrono "tutte" le linee funzionanti, di fatto al suo bus sono connesse solo una manciata di linee, quelle corrispondenti al tasto P e quelle dei joystick).

A differenza del predecessore non Plus, l'ASIC emula una serie di chip (fonte Wiki)

CPC+ ASIC emulates the following chips :

Nel nostro caso (malfunzionamento della tastiera) il difetto è da cercare nell'8255PPI, questo chip nella versione classica del 464 è disponibile stand alone facilmente sostituibile in quanto componente standard.



D.

Retro-Pensieri

0 commenti

Ci terrei a scrivere un pensiero sull'attuale scena retro quanto meno nella mia cerchia social. Un utente retro è normalmente qualcuno che si aggira sui 30-35 anni, uno che è cresciuto a video composito ed RF, uno che la sera non aveva tutto questo internet a disposizione e uno fondamentalmente cui piaceva studiare parecchio quelle poche cose che si trovavano, cose che spesso si scoprivano da sole.

L'utente retro che invece più spesso trovo è uno che non ha la minima idea di cosa sia il "sistema" che ha davanti, un utente che cerca il fullhd o che lamenta malfunzionamenti o difficoltà assurde per far partire qualcosa digitando LOAD", mi domando, ma questi utenti si sono appassionati ai giochi retro pensando di giocare con una PS4?

Non mi spiego come si possa leggere domande del tipo "come faccio a modificare una ps1?" oppure "ma il gamecube si può masterizzare?", "Perchè non vedo il mio atari 2600 sulla tv?", ma quando questi sistemi erano in utilizzo, dove erano? Non voglio fare *razzismo* generazionale, chiunque può appassionarsi anche tardi ad una cosa e sopratutto a qualsiasi età, ma da chiunque mi aspetterei che una cosa come il retro gaming venga vista con il dovuto, permettetemi il termine, rispetto di ciò che è, ovvero vera e propria MAGIA per l'epoca, dovremmo e dovreste quasi odorarne le plastiche, non fare a gara a sbiancarle.

Non mi reputo uno dei grandi, non sono nemmeno così tanto vecchio da reputarmi un retro gamer al 100% ma dubito potrei andare in sbattimento perché la PSP non si collega al WIFI o perché il mio vecchio crt non ha l'rgb, l'rgb una volta si apriva la tv e si saldava sull'integrato video (se lo gestiva)...per tirare fuori la scart!

Quello che mi pare lampante è che siamo nell'era dell'utilizzatore, non dell'appassionato, in qualsiasi ambito ci si metta, "nel passato" la cosa era sempre pervasa da scoperta e dallo studio, oggi questa cosa è svanita, incornarsi sopra per capire come funziona qualcosa è passato di moda. Basti sentire commenti del tipo "Ma una guida in italiano?"

L'italiano. Ci sono scene retro dove la lingua principale è il russo, ditemi voi :)

E' svanita la voglia di scoprire e di capire da se, si, è la classica pappa pronta. La noia ha vinto rispetto al "devo riuscirci".

PS: Ogni volta che acquistata una Pandora, un arcade muore.

NB: Non vale per tutti questo discorso, ma per molti si...

Installazione dual bios su Dreamcast tramite PCB (Dragoncity)

0 commenti

Sino ad ora il montaggio di un secondo bios sulla console Dreamcast è stato generalmente portato avanti tramite piggy (montaggio sopra l'originale e relative saldature pin to pin), tale soluzione seppur funzionale, comporta uno stress dell'eprom secondaria (si devono piegare i piedini) ed inoltre non è esente da corto circuiti sul bios originale. Considerate inoltre, che le installazioni nel caso di motherboard va0 e va1, sono differenti (le tensioni di funzionamento sono rispettivamente di 5 e 3.3 volt). A differenza del piggy, non alzeremo il pin di alimentazione (pin 12) del bios originale, ma interromperemo direttamente la pista con un piccolo cutter, fate molta molta attenzione, il D501 sarà saldato sul pcb.

Skill richieste:

  • Capacità di saldare su punti molto piccoli
  • Manualità nel gestire i cortocircuiti
  • Strumentazione adatta per scaricare le ESD
  • PCB acquistabile da qui
  • e2prom vuota da flashare acquistabile da qui

Sul sito di dragoncity17 sono presenti diversi kit per modifiche, uno uscito di recente è il "Dreamcast New-Bios" altro non è che un pcb kit che permette il montaggio sempre in piggy ma in maniera molto più pulita:


Il prodotto arriva da assemblare e consiste nel solo pcb + resistenze, l'e2prom nuova (la solita 29LV160) non viene fornita e ce la si deve procurare in altro modo (sempre presente sullo stesso sito, ma consiglio l'acquisto da aliexpress per abbattere moltissimo i costi). Il funzionamento è semplice, in alto ci sta la nuova e2prom al momento vuota, i pad VA1 e VA0 sono "configuranti", cioè vengono utilizzati per indicare al pcb come funzionare, se su VA1 o VA0, ATTENZIONE quindi a non configurarlo male, pena la rottura di un po di tutto. I 3 punti con indicato new bios ecc...sono da collegare al classico deviatore da poter montare esterno (io lo lascio interno mantenendo attiva sempre la seconda eprom).


Qui il pcb montato, il pad 44 è quello proveniente dal via connesso al pin della flash, fate attenzione ad effettuare una ottima saldatura su questo via, in quanto una volta montato il pcb, risulterà antipatico rimuoverlo.


Qui completo di deviatore al momento lasciato volante.

Rimontate il tutto ed effettuate le operazioni classiche di flash del secondary bios...





Il resto lo sapete già, rimontate il tutto avendo cura di imboscare il deviatore, o al limite se volete rendere definitiva l'installazione della nuova e2prom, linkate con una goccia di stagno le due piazzole NEW-BIOS ed D501.

Qui a seguire alcune immagini tratte dalla guida originale presente sul sito dragoncity17:

Montaggio su motherboard VA0 (le prime japponesi dotate di dissipatori "a gas")


Montaggio su motherboard VA1 (il 99% delle console che trovate in giro)


Particolare delle piazzole...



Effettuare un taglio poco sotto al pin del bios originale per interrompere l'alimentazione di default.


Verificare che non vi sia continuità tra i due punti:


Montaggio del punto della flash al pin 44...


Buon lavoro :D





Cambiare regione al Dreamcast PAL>NTSC JAP>NTSC USA

0 commenti

Questa breve guida spiega passo passo come modificare un Dreamcast permettendone il cambio di regione al fine di bootare gli originali senza bootdisc, lavoreremo sulla rev VA.1, ovvero la seconda rev uscita nonchè la più diffusa. Dal punto di vista hardware le due console (PAL ed NTSC) sono identiche, la regione è memorizzata su una flash riscrivibile normalmente non modificabile. La modifica permettera la sua riscrittura e l'effettivo cambio di regione della console.

Skill richieste:

  • Saper saldare un merdoso filo
  • Saper masterizzare una ISO scaricabile da questo Link

Come anticipato, questa modifica consiste nell'abilitare la scrittura della flash dove risiede la regione della console. Do per scontato che sapete smontare e rimontare la console, arriviamo quindi ad avere il pcb nudo sul tavolo. Individuate i punti qui sotto evidenziati (foto presa da un altro sito), collegateli tra loro usando un filo adatto (AWG-30 ad esempio, monofilo) e rimontate la console. I punti come noterete, sono il pin 12 volt dell'alimentazione ed un capo della resistenza SMD R512, fate attenzione e saldate sul lato giusto della resistenza.



NB: La modifica è bene farla con uno switch on/off poiché potrebbero verificarsi sovraccarichi della flash di fatto danneggiandola. Una volta riscritta la regione quindi, o rimuovete il filo, o posizionate in off la mod.


Masterizzata la iso, infilatela nel dreamcast, avrete questo:


Selezionate Change Region e selezionate quella da voi desiderata, vi linko un video di youtube dove mostra chiaramente le operazioni da compiere. Vi ricordo una volta effettuata la modifica, DI RIMUOVERE la connessione sulla scheda madre, disattivarla con lo switch ecc...



Questo tipo di modifica va bene nel caso magari vogliate recuperare un Dreamcast con scheda madre guasta e la regione non vi combacia con quella presente sulla scocca. Di fatto vedrete cambiare anche il logo all'avvio passando dall'azzurro all'arancione e viceversa. Fate attezione che vi sono TRE regioni, PAL (Europei), NTSC Jappo ed NTSC Usa, gli ultimi due pur avendo lo stesso nome, non sono compatibili.

Bye

XBOX Classic guida per n00b!

0 commenti

Questa non vuole essere l'ennesima guida perfetta ricca di particolari, recentemente sul gruppo facebook https://www.facebook.com/groups/retrogamemachinesitalia/?fref=nf del quale faccio parte, è risorta grazie ad un utente, un certo Cristian il malefico, la passione/mania per questa console che era morta e sepolta per essere utilizzata come retrostation.

Skill previste:
  • Saper manovrare dei giraviti esagonali per rimuovere le 6 viti lunghe e quelle piccole che fermano i componenti interni.
  • Conoscere la terminologia IDE, ovvero Master, Slave, CSEL.
  • Saper masterizzare dei DVD.
  • Intuito, cioè non fermarsi a domande del tipo "Sei sicuro di continuare? SI/NO oppure non saper leggere un semplice messaggio di avviso.

Uscita nel 2002, l'antenata della xbox360 si chiamava semplicemente XBOX (Adesso Xbox Classic per differenziarla dalla 360 e dalla One) ed è sostanzialmente un piccolo computer:

CPU Intel 733 Mhz
RAM 64 Mb
HDD 8/10 gb IDE
Lettore DVD IDE dotato di controlli eject esterni (spinotto con cavetti gialli o marroni in alcune rev)
Bios su e2prom al pari di un normale computer (avete mai sentito parlare di aggiornamento bios nei computer? stessa cosa)

Come i computer dell'epoca, l'xbox adotta un sistema IDE composto da lettore dvd e disco fisso, il disco fisso è "legato" alla console per mezzo di una key univoca memorizzata all'interno di una e2prom nella console, tale key è una implementazione dello standard IDE già presente da sempre ovvero l'HDD LOCK. Il sistema di protezione lavora in questo modo:

Avvio della console > Check del disco fisso ed unlock dello stesso da parte della console > lettura della dashboard contenuta (file msxboxdash.xbe tenetelo a mente). Questo significa che se il disco fisso non è quello montato in origine nella console, l'unlock non avviene >> errore 06! Ovviamente l'xbox non può leggere dischi copiati ne tanto meno fare altro a meno che non la si modifichi, la modifica mira a rimuovere i classici blocchi di esecuzione per software non originale e altro.

Senza dilungarmi nella spiegazione degli errori che possono apparire a video, incollo una copia schermo dove sono raggruppati:

Come potete vedere, gli errori da 5 a 9 sono relativi al disco fisso, dal 10 al 12 al dvd e questi sono gli unici che riguardano problemi prettamente hardware. I problemi dal 5 al 9 si risolvono controllando la piattina IDE (la potete sostituire con una da 80 poli presa da un computer) o verificando il lock del disco fisso (Errore 06), generalmente questo problema occorre quando la modifica hardware salta o il disco fisso si rompe. Gli errori dal 10 al 12 si risolvono cambiando il lettore DVD o verificando la piattina IDE, a differenza del disco fisso che è univoco, il lettore dvd può provenire anche da altre console. Qui sotto una piattina IDE 80 poli in grigio...

Gli altri errori da 13 a 21 sono riconducibili a problematiche software relative alla dashboard, la dashboard è un po il sistema operativo della console, da essa è possibile manovrarla, lanciare i giochi, gestire i salvataggi ecc...qui sotto la dashboard (ovvero il programma msxboxdash.xbe che viene lanciato dopo l'unlock del disco):
Scarrellato velocemente sugli errori comuni, le modifiche da poter effettuare sulla console sono di due tipi, hardware (hardmod) e software (softmod), io personalmente odio queste softmod in quanto non danno un reale controllo dell'hardware, funzionano sfruttando degli exploit e personalmente le ritengo pure più antipatiche da fare.

Un chip di modifica hardware è una cosa del genere (Aladdin ed Akira2):

Altro non è che una e2prom da installare in parallelo a quella esistente sulla console, in essa si programma un BIOS che non prevede limitazioni di esecuzione, non prevede HDD LOCK necessari, è l'unica che consente di cambiare disco fisso senza fare troppi casini. L'unica nota negativa, è che va saldata e quindi è richiesta una (seppur basilare) capacità di saldatura su punti anche molto piccoli (Ignorate i cavetti intrecciati sulla sinistra, è una modifica di altro, a noi non interessa).


Normalmente si prevede la possibilità di attivare e di disattivare la modifica tramite un qualche interruttore, al giorno d'oggi non ha senso disattivarla in quanto l'unica funzione che lo richiedeva era l'accesso ai server per l'on line gaming, ormai chiusi da anni. Per abilitare in maniera fissa la modifica, è necessario che un punto sulla scheda madre venga portato a massa, il punto in questione è il d0.


Se siete in presenza di una modifica hardware, ed avete questo filo saldato in questo modo (lo potete trovare anche saldato sulla vite li vicino) siete in possesso di una modifica hardware sempre attiva. Altrimenti l'attivazione di solito è adibita alla pressione del power per n secondi o all'eject o comunque ad una sequenza dettata dal tipo di installazione, daremo per scontato che la mod sia sempre attiva in quanto la più diffusa.

I lavori da dover fare in questo caso sono semplicissimi:
  • Cambio del disco fisso con uno più capiente
  • Installazione di XBOX Media Center (XBMC)
  • Installazione di CoinOP8 Massive (o Ninja Vattelappesca)
Aperta l'xbox potete scorgere il disco fisso sulla destra:

In questo caso è un disco fisso da 8 gb, troppo piccolo, va quindi cambiato, smontiamolo e montiamone uno IDE più grande.
Nell'esempio un Maxtor da 80 GB

Una volta montato il disco fisso e settato come master (fate riferimento alla serigrafia presente sul disco stesso), potete accendere la console con dentro un installer, in questo caso X-Wizard di Lorenz: Link

Tuttavia esistono diversi installer, io uso l'X-Wizard per puro affetto. Non vi sono differenze sostanziali se non per il quantitativo di software caricato al suo interno, tutti bene o male offrono la possibilità di formattare, partizionare e installare dashboard alternative....

Non appena avrete davanti il culo dell'installer, selezionate Italiano (o inglese nel caso vogliate fare i fighi). NB: Vi chiederà di selezionare la tipologia di disco fisso, voi selezionate > o < di 137 GB se volete montare un disco fisso più grande o più piccolo di 137 GB, nel nostro caso con un disco da 80gb andremo a selezionare < 137




Selezionando Crea le partizioni (Automatico), l'installer formatterà le partizioni C/E/F ed eventualmente G. Successivamente occorre installare la dashboard principale, di solito è quella originale Microsoft.
....che andremo a selezionare con Microsoft Dashboard
Installandola successivamente...
Una volta ultimata l'installazione che impiegherà qualche minuto, passiamo all'installazione della dashboard alternativa...
Effettuiamo l'installazione stealth in F, scegliamo questa installazione in quanto la partizione C è già molto piccola, inoltre preferisco lasciarla pulita con la sola dashboard originale.
Selezioniamo XBMC (è possibile installarne altre, ma noi vogliamo XBMC perché è carina e colorata)
Dopo qualche minuto possiamo passare alla fase più "pericolosa", ovvero il flash del bios con una versione a noi utile, questa procedura potrebbe essere superflua ma molte volte ci troveremo a che fare con modifiche hardware non aggiornate che non supportano dischi fissi grandi o l'esecuzione di determinate applicazioni...
Selezioniamo il Single Bios 256kb (questa scelta va sempre bene anche per chip multibios, semplicemente andremo a scrivere solo la prima delle locazioni disponibili...vecchi retaggi di vecchie necessità ormai in disuso).
Selezioniamo la versione di XBOX in nostro possesso, un metodo veloce per capire il modello in nostro possesso è seguire questo link, anche se io posso suggerirvi di notare un paio di cose...se ha la ventola sul dissipatore, si tratta di una 1.0 se non la ha potrebbe essere dalla 1.1 alla 1.6/1.6b, ma solo le 1.6 e le 1.6b hanno un condensatore dorato cosi:
Se quindi avete questo condensatore > avete una 1.6 o 1.6/b che tra l'altro sono le ultime prodotte. Se non l'avete e non avete la ventolina, siete in presenza di 1.1 > 1.5


 OPPURE!!!


La differenza tra le due versioni è fondamentale, infatti dalla 1.6 in poi, l'hardware è stato ridisegnato e strutturato diversamente, ma a noi non interessa spiegarlo qui....
Selezioniamo quindi la tipologia di modifica montata, vi sono due scelte perché possono cambiare le e2prom su di esse montate, i chip Aladdin hanno una flash che richiede un software dedicato per essere programmato (lo vedrete più in basso), mentre le altre modifiche (come le comuni lpcmod possono essere flashate direttamente tramite l'installer).


Facciamo finta di avere un Aladdin, generalmente è un chippetto montato su una basetta rossa...
Premete START e selezionate un bios da 256k con indicato *67 ed *FC, questo significa che supporta la partizione F e G ed effettua il boot da F come partizione primaria (ricordate che abbiamo effettuato l'installazione di XMBC in modalità stealth da F?)
Una volta selezionato, seguite fino alla fine i vari passaggi confermando il flash, successivamente confermate lo spegnimento della console...

Riaccendetela...

A questo punto siete dentro XBMC, settate le varie preferenze e la MC360 che tanto piace:
Uno del gruppo ha sollevato il problema: "E se l'xbox ha il lettore che non legge una minchia?" Ottima domanda. Come ricorderete, l'xbox monta un lettore dvd IDE connesso come Slave. Il lettore originae non è vincolato alla console quindi potrete:


  1. Sostituirlo con un altro lettore proveniente da una altra console, fare tutto quanto e casomai rimettere tutto come era prima.
  2. Cambiarlo anche in via temporanea, con un lettore da computer, è sufficiente settarlo come Slave (fare sempre riferimento alla serigrafia sul lettore stesso) e connettere la piattina. In questo modo però perderete ogni possibilità di far leggere alla console i supporti ORIGINALI, leggerà solo i backup in quanto gli originali per essere letti richiedono un firmware particolare che è montato solo sui lettori xbox nativi!! >>> Un lettore da PC ha chiaramente senso nullo montarlo su una console non dotata di modchip o altra modifica, in quanto non sareste mai in grado di leggere nulla di originale. Cosa da considerare è anche che un lettore da PC non avrà l'interfaccia frontale della console, in sostanza l'eject non funzionerà e dovrete utilizzare quello presente sul lettore stesso...qui sotto una foto presa dall'internet.

NB: Esiste tutta via la possibilità di flashare un modello di lettore, il Samsung 616T con il firmware presente sul modello per XBOX, tale modifica non sarà comunque trattata in questa guida in quanto prevede costi ormai superiori alla ricerca di un lettore funzionante nativo per xbox.

SOFTMOD

Per la softmod le cose potrebbero essere per certi versi un po più antipatiche...
Skill previste:
  • Manovrare delle chiavette USB
  • Saper effettuare una ricerca su internet e download
  • Avere qualche euro in tasca

Per questa modifica occorre avere l'ultima dashboard installata (Live) 1.00.5960.01

per controllare la tua versione vai nel menu IMPOSTAZIONI/DATI SUL SISTEMA:

Per aggiornarla basta utilizzare o una connessione a Live, ormai non più disponibile in quanto i server sono stati spenti eoni fa, o un gioco ORIGINALE tra quelli che posseggono l'update, ad esempio Halo 2.

Una volta aggiornata la console vi occorre una memory card compatibile, esperienza ha voluto che le vecchie PSP connesse a mo di pendrive, vanno bene. Per connettere questo storage vi occorre questo, lo potete acquistare qui o qui:

Gioco ORIGINALE a scelta fra Splinter Cell 1, 007 Under Fire o MechAssault, non funzionano le versioni platinum.
Pacchetto Salvataggi Hacker e S.I.D Installer 5.10 Final
Collegate alla console (tramite il cavo adattatore di qui sopra) la vostra pendrive/psp e formattatela, estraetela e collegatela al computer, NON date l'ok nel caso vi venga proposta una formattazione.
Estraete il S.I.D Installer (SID51.Installer.zip) e il Salvataggio Hack SID51.Loader.NomeGioco.zip e, rispettando le strutture delle directory, copiateli nella pendrive/psp usando il programma XPLORER360 reperibile qui
Dopodiché collegate la pen drive all’Xbox, andate nelle opzioni della MEMORIA e copiate il salvataggio e il Sid Installer nell’Hard Disk dell Xbox.
Avviate il vostro Videogames e caricate il salvataggio “LINUX”
Dopo aver fatto partire il salvataggio hack dovrebbe apparire questa schermata:
(Potete trovare tutto il necessario già pronto (cavetto, pendrive con salvataggi) anche on line, qui...)

Andate su “BACKUP/RESTORE FEAUTURES” e selezionare “CREATE EEPROM BACKUP” si aprirà un nuovo menu dove dovrai riselezionare “EEPROM BACKUP” e poi “BACK TO MAIN MENU”, CREATE MS BACKUP“ ed attendete che finisca.
Selezionate poi “Install Single Boot Softmod” e "Standard”, poi “Install....” potete selezionare una qualsiasi dashboard alternativa, io direi Xbox Media Center.
Confermate con A il successivo passaggio, dopo qualche minuto apparirà la scritta “Softmod successfully installed, your virtual eeprom must be patched, after eeprom, now you’ll boot to installer” date OK e dirà ’ “The installer will now boot to patching system after it is completed, please turn off Xbox and power back on without game disc to finish install.” Premete YES e riavviate la console SENZA il gioco nel lettore, apparirà la scritta “Softmod Successful”, premete A per concludere. A questo punto potrete:
  • Avviare le copie su DVD
  • Sostituire il disco fisso con uno più capiente (occorre clonare il disco originale)
  • Per chi ha capacità, ed ha una xbox massimo 1.5, potrà flashare con un bios custom il TSOP originale, rendendo la console dotata di fatto, di una hardmod.



Domande ricorrenti:



  • La mia XBOX si accende e si spegne da sola o si accende dall'Eject e non dal poweron.
    • In questo caso il problema è al 99% da ricondursi a piste interrotte dovute alla corrosione da parte dell'elettrolita presente nel supercap da 1F che serve solo a mantenere l'ora della console, lo potete trovare rimuovendo il lettore DVD, sta in basso. La soluzione è un metilcolosa ricostruzione oltre che la rimozione del supercap, potete anche sostituirlo, ma non serve a nulla. Questa problematica affligge tutte le versioni ad eccezione delle 1.6 e 1.6b, qui in basso potete vedere un esempio di scheda madre con il condensatore in forte perdita, nei casi peggiori viene via semplicemente toccandolo, una situazione del genere prevede la completa pulizia di tutta la zona e generalmente delle ricostruzioni sul lato inferiore della mobo. Consiglio bagno con vasca ad ultrasuoni.

  • La mia XBOX legge solo alcuni supporti...
    • Le xbox montano 3 diversi lettori DVD, tagliando la testa al toro, fanno tutti cacare, bene o male il migliore è il modello Samsung, fanalino di coda è il Thompson. Ad ogni modo tutti possono leggere dei supporti fatti bene e masterizzati piano, utilizzate dei DVD-R e non dovreste avere problemi
  • Non mi funziona più dandomi errori a video! Errore 05!
    • La console non riesce a sbloccare il disco, molto probabilmente la modifica (se hardware) non è attiva e la console cerca di bootare tramite il bios originale, questo ultimo richiede il disco lockato. La soluzione è verificare la mod e riattivarla (d0 non più connesso a massa?)
  • Error 10!
    • Problemi con il lettore DVD, verificare la piattina o cambiare il lettore.
  • Mi hanno detto che la mia console è modificata ma non vedo un modchip...
    • Le cose sono due, o avete una softmod, o avete una tsop mod. La tsop mod consiste nel flashare l'eprom originale dove risiede il BIOS. Tale eprom è accessibile fino alla 1.5, equivale ad avere una modifica sempre attiva



 
Retrocade@home © 2012 | Designed by Meingames and Bubble shooter